PRINCìPI

Onestà

Il Primo Passo consiste nell’accettare di essere impotenti di fronte al non sano nutrimento e che la propria vita è fuori controllo.
La persona con il non sano nutrimento acquista coscienza della necessità di ricevere un aiuto dall’esterno ed accettare che esista qualcosa al di fuori di sé in grado di aiutarlo.
Questo guardare “oltre sé stesso” definisce il primo livello di trascendenza del percorso di Cibo & Gioia.

Speranza

Il Secondo Passo consiste nell’ammettere che un Potere Superiore potrebbe ricondurre alla ragione la persona con il non sano nutrimento, iniziando il suo recupero.
Questo Potere Superiore può essere il Gruppo, lo Sponsor, l’Energia Positiva che viene dall’astinenza.
È un potere chiaramente superiore al singolo individuo, “comunque possiamo concepirlo”.

Fede, Coraggio

La persona con il non sano nutrimento, nel Terzo e Quarto Passo, comincia a guardare dentro sé stesso, smontando e depotenziando gli alibi e le giustificazioni, l’autocommiserazione, l’orgoglio, la disistima, ecc..
Tutti fattori che lo hanno portato a credere che il non sano nutrimento avrebbe potuto risolvere i suoi problemi.

Integrità, Buona volontà, Umiltà

Il Quinto, il Sesto ed il Settimo Passo hanno a che fare con l’intenzione di modificare il proprio atteggiamento verso la vita, ammettendo i propri limiti e riconoscendo i torti commessi, per eliminare i difetti di carattere.

Autodisciplina, Amore per gli altri, Perseveranza

L’Ottavo, il Nono ed il Decimo Passo sono destinati a riparare, nei limiti del possibile, i danni prodotti alle persone con i propri comportamenti passati ed a modificare nel presente il proprio modo di comportarsi.

Consapevolezza spirituale

L’Undicesimo Passo comporta di migliorare il nostro contatto cosciente con Dio “ così come possiamo concepirlo”

Passare il messaggio

Il Dodicesimo Passo ci chiede di portare il messaggio ad altri e di mettere in pratica questi principi in tutte le nostre attività.